Raspberry

Innanzitutto dobbiamo installare il nostro sistema operativo sulla nostra Raspberry, in questo modo saremo in grado di configurare tutti i servizi che andremo ad installare su di essa

Consiglio di installare Raspbian (Anche perchè in questa guida vedremo lui 😜), mi ci sono trovato sempre bene ed è molto leggero. Perfetto per quello che dobbiamo fare noi!

Per prima cosa prepariamo la Micro SD per l’installazione

Preparazione Micro SD

Reperiamo l’immagine di Raspbian dal sito di Raspberry

Sito Raspberry

Per un sistema leggero e veloce consiglio di installare l’ultima versione di Raspbian Stretch Lite (NB: è solamente a riga di comando, proprio come piace a noi 😏)

(Se abbiamo scaricato il file .zip di raspbian occorre estrarlo per ottenere il file .img contenuto al suo interno)

Successivamente scarichiamo il programma Etcher, questo ci permette di formattare la micro sd per farla riconoscere alla raspberry in modo corretto e di copiare l’immagine di Raspbian rendendola bootabile (Consiglio la versione portable del programma)

Sito Etcher

Inseriamo la micro sd nel computer e avviamo il programma

Clicchiamo su “Select image” e scegliamo il file .img di Raspbian appena scaricato

Poi su “Select target” scegliamo la nostra micro sd (Controlliamo che sia stata rilevata correttamente dal programma ma sopratutto, ❗ Occhio alla lettera del drive ❗)

Ci dovremmo trovare in una situazione del genere:

Schermata Etcher

Infine clicchiamo su “Flash” e attendiamo la fine della procedura (In base alle performance della micro sd potrebbe metterci più o meno tempo)

Ultime modifiche

Una volta completata avremo la micro sd pronta all’uso, [■] ma se la andremo ad inserire nella raspberry dovremmo collegare anche una tastiera e un monitor per poterci interfacciare con essa, per questo consiglio vivamente di abilitare il servizio SSH che all’avvio che ci permetterà di collegarci alla raspberry in remoto tramite un client SSH

Per fare ciò basta creare un file vuoto senza estensione chiamato “ssh” nella partizione di “boot” (Visibile nella sezione “Mio pc” dell’esplora risorse di Windows

File ssh

Infine è necessario collegare la raspberry ad una connessione ad internet per usufruire del servizio ssh, per fare colleghiamo la raspberry direttamente al modem/router tramite cavo ethernet e una volta accesa il dispositivo si autoconfigurerà da solo

(Non preoccupiamoci, se abbiamo la necessità di collegare la raspberry via wi-fi possiamo seguire un altro metodo che vedremo nella prossima guida 😉)

Perfetto! A questo punto abbiamo il nostro dispositivo pronto all’uso 😎
Procedi al prossimo articolo per la configurazione iniziale

PRECEDENTE SUCCESSIVO ▶


Per rimanere aggiornato su tutte le guide tieni d’occhio la nostra sezione Tutorial 😉

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here