Raspberry

Dopo aver installato il nostro sistema operativo sulla raspberry andremo ad effettuare una configurazione iniziale di alcune impostazioni che ci torneranno utili in seguito

Inseriamo la SD appena creata nell’apposito slot, colleghiamo il cavo ethernet e diamogli corrente ⚡

Connessione tramite SSH

Mentre aspettiamo che si accenda qui potete trovare delle informazioni utili riguardo il protocollo SSH che ci permette di stabilire una sessione remota cifrata tramite interfaccia a riga di comando con un altro host

Per accedere tramite SSH al nostro dispositivo scarichiamo ed installiamo Bitvise, un ottimo client ssh

Avviamo il programma nella schermata che ci si presenta impostiamo questi parametri

Anteprima Bitvise

Dove il campo:

  • “Host” indica l’indirizzo ip della raspberry (Reperibile dalla tabella DHCP del nostro router)
  • “Port” indica la porta su cui si interfaccia il servizio SSH (22 di default)
  • “Username” è il nome dell’utente che si trova sulla raspberry (“pi” di default)
  • “password” è la password che useremo per accedere (“raspberry” di default)

Non preoccupatevi, più avanti modificheremo alcuni di questi parametri per rendere il nostro dispositivo “inespugnabile” 😉

A questo punto clicchiamo su “Login” e se tutti i parametri sono corretti ci saremo connessi via ssh alla rapsberry

Terminale

In automatico Bitvise apre un terminale per poter iniziare a digitare, (Qualora non si fosse avviato basta cliccare sulla voce New terminal console”)

A questo punto siamo dentro! Iniziamo con la configurazione iniziale 👨‍💻

Sistemare orario di sistema

Consiglio prima di tutto di sistemare l’orario del sistema poichè è sballato rispetto al nostro

Digitiamo il comando

sudo raspi-config

Che ci visualizzerà le impostazioni di sistema

Schermata raspi-config

Qui muoviamoci con le frecce direzionali e selezioniamo “Localisation Option”, poi “Change Timezone” e con la barra spaziatrice sezioniamo “Europa”, premiamo invio e selezioniamo “Rome” sempre con la barra spaziatrice, confermiamo con invio, dopo di che verremo riportati al menù di partenza, premiamo freccia destra due volte per spostarci sulla voce “< Finish >” e premiamo invio

Cambio password utenti

Adesso cambiamo le password ai due utenti di default “pi” e “su”, digitiamo il comando

passwd

Seguiamo la procedura (Si tratta di reinserire la password di default e di impostarne una nuova)

Stessa cosa facciamola per l’utente di root con il comando (Vi verrà chiesto di inserire una nuova password poichè di default l’utente root non ne ha una impostata)

sudo passwd

Aggiornamento e pulizia sistema

Adesso procediamo all’aggiornamento e pulizia della nostra raspberry tramite questi comandi (Mandateli in esecuzione uno ad uno, attendendo la fine di ognuno prima di inserire il prossimo)

sudo apt-get update -y
sudo apt-get upgrade -y
sudo apt-get dist-upgrade -y

Questi comandi aggiornano la lista di repo da cui prendere i pacchetti, rimuovono dalla cache i pacchetti .deb che hanno una versione precedente rispetto ai programmi che avete installato e aggiornano il sistema

sudo apt-get autoclean -y
sudo apt-get autoremove -y

Questi comando elimina i pacchetti orfani o dipendenze che vengono copiate per l’installazione di un’applicazione che poi non sono più necessari

Questi comandi mantengono la raspberry pulita ed aggiornata (Successivamente vedremo come rendere il tutto automatico 😁)

Connessione tramite Wi-FI

Qualora volessimo collegare la nostra raspberry tramite rete Wi-Fi possiamo eseguire di nuovo il comando

sudo raspi-config

Scegliamo “Network Options” e selezioniamo “Wi-fi”, a questo punto seguite la procedura (Vi chiederà l’SSID della rete e la sua password) dopo di che selezioniamo “< Finish >”

Al prossimo avvio, se i parametri inseriti sono corretti, la nostra raspberry si colleghera via Wi-Fi alla rete

Impostare indirizzo IP statico

Ultimo passaggio è quello di rendere l’indirizzo ip della raspberry statico, utile per connettersi tramite SSH senza andare a cercare ogni volta il suo l’indirizzo ip

Per fare ciò possiamo passare direttamente dal nostro router oppure (Consigliato) tramite Raspbian

Per prima cosa verifichiamo a quale interfaccia di rete è collegata (Tipicamente eth0 o wlan0) tramite il comando

ifconfig
Schermata ifconfig

L’interfaccia dove compare l’indirizzo ip è quella che dobbiamo usare (Nel mio caso wlan0)

Successivamente andiamo a modificare il file “dhcpcd.conf” tramite questo comando

sudo nano /etc/dhcpcd.conf

Andiamo alla fine del file e inseriamo questa configurazione (Sostituiamo le x con i nostri parametri)

interface xxxx
        static ip_address=xxx.xxx.xxx.xxx/xx
        static routers=xxx.xxx.xxx.xxx
        static domain_name_servers=xxx.xxx.xxx.xxx xxx.xxx.xxx.xxx

Dove:

  • interface xxxx indica l’interfaccia di rete vista precedentemente
  • static ip_address indica l’indirizzo ip che assegneremo alla raspberry
  • static routers indica il gateway o indirizzo ip del nostro router
  • “satic domain_name_servers indicano i dns, necessari per risolvere i domini di rete (Consiglio: 1.0.0.1, 1.1.1.1, dns di CloudFlare)

Salviamo il file premendo ctrl+x, digitiamo y per dare la conferma e premiamo invio per chiudere l’editor di testo

A questo punto riavviamo la raspberry per fargli prendere queste configurazioni con il comando

sudo reboot

Attendiamo il riavvio e intanto modifichiamo i parametri anche su Bitvise per riconnetterci inserendo il nuovo indirizzo ip e la nuova password negli appositi campi

Ricordiamoci di salvare questo profilo su bitvise cliccando su “Save profile”, così non dovremo reinserire la configurazione ogni volta

Clicchiamo su “Login” e se i parametri sono stati inseriti correttamente ci saremo riconnessi

Perfetto! Procedi al prossimo articolo per impostare una chiave di cifratura all’accesso tramite ssh (Facoltativo, ma ve lo consiglio 😉)

◀ PRECEDENTE – SUCCESSIVO ▶


Per rimanere aggiornato su tutte le guide tieni d’occhio la nostra sezione Tutorial 😉

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here